Cura e Pulizia dei Gioielli

Informazioni Generali

I nostri gioielli sono realizzati utilizzando argento 925/000 e oro nei titoli 750/000 e 375/000.
Solo dove indicato, alcuni prodotti sono trattati con procedimenti galvanici professionali (placcatura in oro rosa, oro giallo e rodio) che donano loro brillantezza e lucentezza.
In rispetto della normativa europea, tutte le nostre finiture sono nichel-free e dunque sicure ed anallergiche. Ci sembra tuttavia doveroso informarvi che trattandosi di rivestimenti superficiali, con il tempo e con l’usura il colore dei gioielli può alterarsi. Ecco perché è indispensabile averne cura, affinché essi si mantengano a lungo come nuovi.

Cosa devo sapere sull’argento

Come tutti i metalli, anche l’argento è sottoposto a processi di corrosione che spesso ne alterano il colore e la brillantezza. Con il tempo, inoltre, è possibile notare la comparsa di macchie scure che si depositano anche sulla pelle.
Questo fenomeno, detto “tarnishing”, determina il classico annerimento dell’argento, dovuto alla formazione di un sottile strato di solfuro che si genera per l’azione combinata dell’ossigeno con agenti aggressivi come Zolfo e Cloro, presenti nell’atmosfera. Ciò spiega perché pur trattandosi di un metallo nobile, l’argento dei vostri gioielli tende nel tempo a scurire.

L’Argento anticato

Al momento dell’acquisto, alcuni gioielli presentano già un leggero annerimento sulle superfici. Ciò non è da considerarsi un difetto, ma un effetto voluto che conferisce al gioiello il classico look anticato, ottenuto tramite processo di ossidazione dell'argento.

Cura e pulizia dei gioielli in Argento

Mantenere luminosi e brillanti i vostri gioielli in argento il più a lungo possibile è molto facile. Basta seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • evitate contatti con creme, profumi, detersivi e sostanze abrasive;
  • ogni volta che non l'indossate, riponeteli in una bustina in tessuto o in un astuccio morbido;
  • evitate d'idossarli in ambienti particolarmente umidi come piscine, saune e ambienti termali;
  • per lavarli, utilizzate solo saponi neutri o specifici per l'argento, sciolti in acqua calda;
  • asciugateli delicatamente in quanto essendo un metallo molto morbido, l'argento si graffia facilmente;
  • non affidatevi ai rimedi "fai da te" ma in caso di sporco ostinato e argento anticato o brunito, rivolgetevi a dei professionisti che si prenderanno cura dei vostri gioielli e ve li restituiranno come nuovi.


Cura e pulizia dei gioielli in Oro

Pur trattandosi di uno dei metalli più preziosi al mondo, anche l’oro tende con il tempo a perdere la propria brillantezza e ad opacizzarsi. Tutti i gioielli in oro contengono infatti a seconda del titolo una percentuale di metalli diversi che possono alterarsi specialmente se a contatto con prodotti per la cura del corpo e della casa (come creme, saponi, profumi, detersivi, ecc).
E’ dunque importante seguire alcuni semplici consigli per mantenerli al meglio più a lungo possibile:

  • riponeteli sempre con cura nei classici sacchettini in velluto forniti dalla gioielleria di provenienza oppure in tessuti morbidi di cotone
  • lavateli periodicamente con acqua tiepida e sapone neutro;
  • per riportare i gioielli alla loro naturale lucentezza, basta passarli più e più volte con un panno morbido;
  • se si tratta di gioielli con lavorazioni particolari o con pietre, vi consigliamo di rivolgervi alla vostro gioiellerie di fiducia, il quale provvederà a lucidarli in modo professionale;
  • in presenza di macchie ostinate, sono molto efficaci i sistemi di lavaggio a ultrasuoni o al vapore. Anche in questo caso, però, vi suggeriamo di evitare il fai da te e di rivolgervi ai dei professionisti. 

Gioielli con strass
Per esigenze di design, gli strass vengono incollati a mano uno per uno. Nell’eventualità che una o più pietre dovessero staccarsi, troverai nella tua confezione un kit sostitutivo di 5 strass.

Come incollare gli strass
Pulisci la sede della pietra con uno stuzzicadenti bagnato nell’acetone, cercando di rimuovere nel miglior modo possibile eventuali residui di colla.
Servendoti di un ago, inserisci una piccola quantità di colla (meglio se bicomponente a presa rapida, facilmente reperibile in cartoleria) e posiziona immediatamente la pietra, prestando ben attenzione affinché aderisca perfettamente alla sede.


Accept

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione e permetterti di effettuare acquisti. Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.